Registrati | Password persa 
NEWS - RALLYE MONTE-CARLO HISTORIQUE 2017

 11 Febbraio 2017

La parola ai protagonisti del MonteCarlo Historique, 'una gara difficile'

La parola ai protagonisti del MonteCarlo Historique,

MAURIZIO AIOLFI (navigatrice MICHELA NODI) – Lancia Beta Coupè 1800 (anno 1975)

19° assoluto XX Rallye di MonteCarlo Historique
13° categoria IV vetture costruite dal 1972 al 1979
11° classe 2 fino a 2000 cc

Miglior crono: 3° tempo ZR2

Come già lo scorso anno, forse per le condizioni ambientali in cui si è disputato il “Monte” quest’anno, ho particolarmente sofferto i problemi di sincronizzazione orologio, di troncamento dei rilevamenti al secondo e di precisione nelle distanze. Distratto da qualche problema di gioventù della vettura venuta pronta all’ultimo momento, assillato da rumorosità preoccupanti fin dal finire della tappa di concentrazione, non ho mai avuto la lucidità per correttamente interpretare la gara come avrei voluto. Una buona parte delle penalità acquisite sono dovute ai +10 / -10 per differenze di un secondo o frazione, forse dovute anche ad un eccesso di staratura per cercare di compensare gli errori del giorno precedente. Qualche indecisione nella scelta delle gomme nelle poche situazioni delicate ha avuto un peso decisamente minore nel determinare il risultato finale (19 assoluto) che non soddisfa a pieno, pur mitigato dalla vittoria della classifica riservata agli equipaggi misti. Rimane peraltro la soddisfazione per non aver sprecato niente di più con penalità extra. Scoperto solo alla fine nel trasferimento verso Monaco dopo la ZR12 che gran parte dei rumori che tanto mi avevano preoccupato erano dovuti ad una innocua quanto fastidiosa turbolenza nell’acqua del circuito del riscaldamento. Sicuramente mi sono divertito a guidare nella zr13 con una media decisamente “haute” per una vettura di serie ed affrontata nella nebbia per i primi chilometri.

FABRIZIO ARENGI BENTIVOGLIO (navigatore MARCO TORLASCO) – PORSCHE 911 (anno 1965)

20° assoluto XX Rallye di MonteCarlo Historique
4° categoria II vetture costruite dal 1962 al 1965
2° classe 2 fino a 2000 cc

Miglior crono: 3° tempo ZR8 e ZR14

Sesta esperienza al “Monte” questa volta con un nuovo navigatore, Marco Torlasco.

Gara difficile per i continui cambiamenti delle condizioni climatiche: asciutto, ghiaccio, neve, che hanno imposto continui cambi di gomme sulle  indicazioni preziose dei ricognitori, essenziali come non mai quest'anno. Rallentati da un'uscita al primo giro dell'Echarasson, siamo stati costretti ad una gara tutta in rimonta caratterizzata anche da prestazioni di rilievo. Partiti 33esimi, l'ultima notte è stata tutta all'attacco sia nella guida che nella navigazione.  Il ventesimo posto finale ci soddisfa così come fa piacere aver contribuito al terzo successo della Scuderia Milano Autostoriche al Rallye di MonteCarlo Historique.

PAOLO MARCATTILJ (navigatore FRANCESCO GIAMMARINO) – TRIUMPH TR3 (anno 1954)

25° assoluto XX Rallye di MonteCarlo Historique
1° categoria I vetture costruite fino al 1961
1° classe 2 fino a 2000 cc

Miglior crono: 2° tempo ZR4


La gara è stata per noi decisamente positiva, il risultato finale è andato oltre le nostre iniziali aspettative, anche se, per come si era messa, un posto nei primi 10 dell'assoluta ci poteva alla fine anche stare.... Abbiamo comunque terminato la gara al 25° posto, ma abbiamo soprattutto conquistato l'ambitissima vittoria nella Categoria 1, quella riservata alle vetture più anziane. La nostra Triumph TR2 del 1954 ci ha sostenuto benissimo evidenziando un comportamento generale molto equilibrato supportato da una perfetta affidabilità di cui dobbiamo ringraziare Luca Salvetti da Bordighera, appassionato e competente preparatore, e Fabio Gementi che con Angelo Cerasoli ci ha seguito e assistito in maniera impeccabile. La nostra gara è iniziata molto bene e nelle prime 4 prove abbiamo consolidato degli ottimi piazzamenti culminati con il secondo posto assoluto nella ZR4 di Orpierre che ci inseriva a quel momento al 7° assoluto nella generale a pochi secondi dalla vetta. Purtroppo sulla ZR5 del Col de L'Echarasson abbiamo trovato davanti a noi un concorrente francese partito molti minuti prima e molto attardato in classifica il quale, procedendo molto lentamente e non concedendoci strada, ci rallentava molto in un tratto innevato e con molti rilevamenti. Risultato: precipitati al 54° posto nell'assoluta con 800 punti di ritardo dalla vetta. Abbiamo quindi iniziato una costante rimonta culminata poi nella prova 13 dove abbiamo recuperato ben 17 posizioni in classifica, superando i nostri avversari diretti di categoria (i finlandesi Ville e Jukka Silvasti su Porsche 356). Siamo comunque molto soddisfatti e con la consapevolezza di poter mirare ancora più in alto nella prossima edizione.

GIORDANO MOZZI (navigatrice STEFANIA BIACCA) – Lancia Fulvia 1.6 HF (anno 1972)
27° assoluto XX Rallye di MonteCarlo Historique
22° categoria IV vetture costruite dal 1972 al 1979
16° classe 2 fino a 2000 cc

Miglior crono: 3° tempo ZR12

Gara decisamente sottotono dal punto di vista del risultato sportivo per Stefania e per me; problemi sin dalla prima prova con una sincronizzazione non corretta degli strumenti col risultato di tante penalità anche in prove facili, poi i 9 minuti di ritardo al CO di Sisteron del secondo giorno causato da vari problemi, con definitivo allontanamento dalla classifica di vertice, posizionandoci addirittura in 120esima posizione. Riallineata un po’ la sincronizzazione, i successivi giorni e le successive prova sono andate bene, dimostrando sempre di stare coi primi e concretizzando una buona rimonta sino al 37esimo posto finale. Competizione quindi non certo fortunata per noi, ma queste sono le gare ed il “Monte” in particolare riserva sempre grandi sorprese e variabili incontrollabili. Ci siamo comunque divertiti come sempre, nel vivere una straordinaria esperienza in una magica atmosfera come quella della notte finale del Col de Turini: un privilegio per pochi. Ci ripresenteremo di sicuro anche nel 2018, confidando in una sorte migliore.



← Indietro